Vite al limite, come è morto davvero Robert: non è andata come tutti credono

La tragica fine dell’ex paziente di Vite al limite ha scosso gli animi dei fan. Scopriamo insieme cosa è successo. 

Vite al limite doveva originariamente essere una miniserie divisa in cinque puntate ma la sua popolarità ha permesso allo show di arrivare all’undicesima edizione, che si è da poco conclusa. Il programma segue la vita di persone gravemente obese che si rivolgono al Dottor Now con la speranza di perdere peso e cambiare drasticamente la propria vita. Solo seguendo una dieta rigorosa e gli esercizi imposti dallo staff medico avranno l’opportunità di perdere peso e sottoporsi così all’intervento di bypass gastrico.

Robert Buchel Vite al limite
Robert Buchel Vite al limite – arlex.it – foto YouTube

Però, non tutti i pazienti che hanno partecipato a Vite al limite riescono nell’impresa. Alcuni di loro hanno abbandonato a metà del percorso, altri invece si sono trovati di fronte molti ostacoli che li ha portati alla morte. Uno di questi pazienti è Robert Buchel, che ha partecipato alla sesta stagione. Ma cosa gli è successo esattamente?

La tragedia di Robert

Quando Robert si è presentato nello studio del Dottor Now pesava 381 kg. Dopo il suo appuntamento cerca quindi di cambiare le sue abitudini alimentari che lo aveva costretto a letto, complice anche un linfedema alla gamba arrivato a pesare oltre 40 kg.

Robert Buchel Vite al limite
Robert Buchel Vite al limite – arlex.it – foto YouTube

L’ex paziente quindi veniva aiutato dai suoi familiari e dalla sua fidanzata Kathryn, che si prendeva cura di lui in tutto e per tutto. Durante l’episodio ha raccontato di come la sua dipendenza dal cibo sia cominciata quando era bambino. Come se non bastasse in quel periodo ha subito delle molestie da un vicino di casa e ha cercato quindi di trovare conforto nel cibo.

Robert ha anche rivelato che, dopo la morte del fratello per un attacco di cuore è entrato in depressione e questo non ha fatto altro che peggiorare la sua dipendenza. Per tutte queste ragioni l’uomo, che allora aveva 41 anni, aveva deciso di contattare lo show e farsi aiutare dal noto dottore. Si trasferì dunque n Texas per iniziare il suo percorso di dimagrimento. Ma le cose non sono andate come aveva preventivato.

Nonostante le difficoltà iniziale Robert sembrava aver trovato la strada giusta. Nel primo mese era riuscito a perdere 56 kg, perdendone successivamente altri 42 in un centro di riabilitazione dove ha ben presto ricominciato a deambulare. Con un esercizio regolare e la dieta del Dottor Now Buchel era riuscito a perdere ulteriore peso, circa 35 kg. Questo gli ha permesso di sottoporsi all’intervento di rimozione del linfedema, al termine del quale era arrivato a 227 kg.

Purtroppo, dopo l’intervento, Robert è diventato gravemente depresso, ha iniziato a non esercitarsi più cadendo in una dipendenza da antidolorifici, che piano piano lo ha divorato. Ha persino tentato di strappare i punti di sutura nella speranza di ottenere di nuovo delle pillole. E il 15 novembre 2017 è deceduto a causa di un attacco cardiaco che lo ha colpito durante il sonno.

Impostazioni privacy