Luca Zingaretti, nel dolore più devastante: tutta Italia piange insieme a lui

Luca Zingaretti e quelle notizie che ti svuotano, perché oltre ad un grande dolore fanno riaffiorare ricordi che rendono ancora più difficile il definitivo distacco. Quale distacco?

Una giornata d’estate, con il pensiero dedicato alla famiglia e lo sguardo sempre rivolto a quella grande passione che si chiama recitazione. Gli impegni appena terminati e quelli che andranno ad iniziare tra poco e, nel mezzo, la notizia che ti rovina la giornata, ti cambia l’umore donando soltanto tristezza e malinconia.

Luca-Zingaretti-dolore-Arlex.it
Luca-Zingaretti-Arlex.it – (Fonte: Google)

Luca Zingaretti ha appena appreso la notizia della morte improvvisa di un collega ma, soprattutto, di un amico. Quei colleghi che si incontrano su un set cinematografico o di una fiction televisiva con i quali poi si viene a creare un’intesa che va ben oltre quella meramente professionale. Semplicemente per questo il dolore lo ha reso attonito. Chi è il collega scomparso?

Luca Zingaretti

La carriera di Luca Zingaretti è stata caratterizzata da interpretazioni talmente forti e coinvolgenti dal punto di vista emotivo da farlo assurgere al ruolo di attore tra i più amati. Giorgio Perlasca e Paolo Borsellino sono soltanto due delle interpretazioni che gli hanno donato popolarità e successo. Inevitabilmente, però, a Luca Zingaretti è legato in maniera indissolubile il personaggio del commissario Montalbano, scontroso ed amabile, duro e comprensivo personaggio nato dal genio di Andrea Camilleri. Proprio in queste ore una delle serie televisive più seguite ed amate della Rai, piange uno dei suoi protagonisti.

Nella fiction Il commissario Montalbano interpretava il ruolo del giornalista Nicolò Zito, direttore di Rete Libera, televisione privata di Vigata, amico e, spesso, prezioso collaboratore del commissario. Se ne è andato improvvisamente Roberto Nobile, noto al grande pubblico anche per aver ricoperto il ruolo dell’ispettore Antonio Parmesan in un’altra fiction di grande successo, Distretto di Polizia. Ed  il commissario Montalbano  – Luca Zingaretti non poteva non ricordare la figura dell’amico Nicolò Zito – Roberto Nobile. Lo ha fatto attraverso un post pubblicato sul suo profilo Instagram. Inutile dire quanto le sue parole tocchino il cuore a dimostrazione del grande affetto che lo legava all’amico – collega scomparso.

Quali le sue parole?

Le dolci parole di “Montalbano”

Leggendo le parole che Luca Zingaretti ha dedicato all’amico scomparso, ritornano alla mente quei fotogrammi in cui erano uno di fronte all’altro e quella loro intesa così reale e palpabile che le immagini ci trasmettevano. L’attore romano ha iniziato il suo ricordo giocando un po’ con il nome del suo amico, un nome che però lo rappresentava al meglio. “E’ mancato improvvisamente, il mio amico Roberto. Faceva Nobile di cognome e mai cognome fu più azzeccato… Nicolò era un uomo mite, dal sorriso meraviglioso, dalla conversazione brillante, dalla gentilezza innata…Sono attonito, sono svuotato e addolorato. Ti voglio bene Roberto, te ne vorrò sempre“.

luca-zingaretti-roberto-nobile-insieme-Arlex.it
(Fonte: Google)

Cosa si potrebbe aggiungere ancora? Nel suo messaggio ricorda i tanti momenti passati insieme, le cene davanti a quel mare meraviglioso di Sicilia che, anche grazie a loro, è diventato una delle mete turistiche più ricercate. E poi i loro racconti, i loro desideri, innaffiati da un bianco di Sicilia e da grosse e sincere risate. Luca Zingaretti non esita, nel suo messaggio, a ricordare Roberto Nobile chiamandolo Nicolò. Chissà quanto mancherà al commissario Salvo Montalbano il caro amico giornalista Nicolò Zito…