Rocio Munos Morales, dopo anni ha ammesso la triste verità: “non concepiva che sua…”

Rocio Munos Morales sarà la madrina della 79esima Mostra del Cinema di Venezia e mentre si sta preparando a ricoprire questo ruolo, ha deciso di ammettere una tristissima verità sul suo passato.

Rocio Munos Morales si sta preparando a fare la madrina alle 79esima Mostra del Cinema di Venezia. Si sta preparando nel senso letterale del termine.

ocio Munos Morales e il dramma vissuto - Political24
Rocio Munos Morales Political24 (Fonte: Google)

Perfezionista, precisa, razionale, l’attrice non vuole lasciare nulla al caso ed è già prontissima  – giorni prima del suo esordio in questa nuova veste – a fare il suo discorso di apertura. Discorso che ha già letto e riletto mille volte al suo compagno di vita, Raoul Bova. Tanto che lui, sebbene lo abbia apprezzato molto, non ce la fa più a sentirlo. Mentre aspetta il giorno del suo esordio, l’attrice ha rilasciato un’intervista al Corriere delle Sera, in cui ha fatto una triste confessione sul suo passato.

Rocio Munos Morales e la triste verità sul suo passato

Insieme da ben 11 anni ormai – nel mezzo le due bambine, Luna e Alma, che oggi hanno rispettivamente 6 e 3 anni – Rocio Munos Morales e Raoul Bova formano una coppia davvero molto affiatata. Eppure di pregiudizi ne hanno dovuti sopportare nel corso degli anni, soprattutto all’inizio della loro relazione. Quando Rocio conobbe il suo compagno era una giovanissima attrice spagnola sbarcata in Italia per cercare fortuna nell’immaginario comune. All’epoca aveva solo 23 anni, era ai suoi esordi, mentre Raoul aveva già 40 anni, era un attore navigato, sposato con due figli già quasi adolescenti.

All’epoca lei quindi dovette sopportare una serie di critiche, polemiche e pregiudizi nei suoi confronti: partendo dal fatto che si fosse innamorata di un uomo sposato, arrivando alla differenza di età (17 anni) con lui, passando per la convinzione secondo cui lei stesse “approfittando” di Bova per la sua fama. E non solo, perchè le davano della “bella ma poco intelligente” e pochi credevano in lei.

Da allora però sono passati 11 anni, di strada ne ha fatta e non poca. Ha incassato tutti i duri colpi, aspettato, ma non si è mai data per vinta e la vita l’ha ripagata: oggi è amatissima, è considerata una professionista nel suo settore, ha potuto nel frattempo calcare anche il palco di Sanremo. Insieme a Raoul ha costruito una famiglia bellissima e la sua unione con il compagno un giorno potrebbe sfociare in un matrimonio, che sancirebbe il loro amore.

Nonostante tutto però, non smette di ricordare i suoi inizi, le difficoltà che ha incontrato prima di arrivare dov’è adesso e così, intervistata dal Corriere della Sera, ha parlato proprio di questo. Ecco cosa ha detto.

La confessione che ha commosso tutti

Rocio Munos Morales, mentre è intenta a prepararsi per vivere questo Festival del Cinema di Venezia da madrina, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera, in cui ha parlato della sua vita prima di arrivare in Italia. L’attrice ha infatti deciso di mettersi a nudo, parlare sinceramente e raccontare anche alcune cose private sul suo passato. E così ha ricordato quando ha capito di voler fare questo mestiere, tra le resistenze della sua famiglia. 

Rocio Munos Morales - 30082022 - Political24 (2)
Fonte: Google

Rocio ha infatti detto: “Ho capito di essere innamorata del cinema da bambina, papà a casa guardava tanti film e mi ha trasmesso questa passione. Ma non concepiva che sua figlia potesse diventare attrice, aveva paura. Sono nata a Madrid in una famiglia umile, genitori lavoratori che non poterono studiare. Siamo tre sorelle, la maggiore è preside, l’altra criminologa”.  Insomma i genitori non erano contentissimi della sua vocazione. E chissà se la madre non si sarà ricreduta soprattutto quando pochi giorni fa mentre era in autobus, sul display, tra le notizie di attualità ha letto che un’attrice spagnola presenterà Venezia.